famiglia stilizzataAnche oggi voglio prendere spunto dal libro di Carlo Rovelli, La realtà non è come ci appare, per azzardare una correlazione interessante tra come la fisica quantistica arriva a teorizzare lo spazio e come il modello sistemico pone al centro della terapia le relazioni.

Dal punto di vista della teoria quantistica, lo spazio è un pullulare fluttuante di quanti di gravità che agiscono l’uno sull’altro e tutti insieme agiscono sulle cose, e si manifestano in queste interazioni come reti di spin, grani di relazione l’uno con l’altro (C. Rovelli, 2014). Vediamo di rendere più chiara questa affermazione: per quanti di spin si intende che lo spazio è composto da quanti (elementi discreti di spazio che potremmo rappresentare come i nodi di una rete) che sono legati tra loro da dei link (che potremmo rappresentare come la corda della rete che va da un nodo all’altro) e che formano una rete di spin (che è come una vera e propria rete). Rovelli precisa che queste reti di spin non si trovano nello spazio, bensì sono lo spazio. A partire da ciò, possiamo passare da un quanto all’altro attraverso un link e, proseguendo di grano in grano fino a tornare il quanto di partenza, posso fare un loop (un anello).   Queste affermazioni si basano sul costrutto che lo spazio è granulare. Un altro costrutto della fisica quantistica è che il modo in cui le reti di spin evolvono è casuale e ne possiamo calcolare la probabilità (C. Rovelli, 2014). Infine, la conformazione granulare dello spazio ci porta a dire che non dobbiamo pensare alle cose come sono, bensì a come interagiscono.

Queste affermazioni mi sembra siano molto vicine a come dal punto di vista sistemico si affronta il processo di psicoterapia. Noi terapeuti sistemici tendiamo a vedere la persona e le coppie o famiglie che abbiamo di fronte come immersa/e all’interno delle sue/loro relazioni, proprio come se parlassimo di quanti in interazione tra loro tramite i link nella specifica rete di spin, e spesso perciò nell’intervento diamo molta importanza alle interazioni della/e persona/e e a come esse possono modificarsi. Dal punto di vista dell’intervento inoltre la prospettiva non è mai causale, bensì circolare, laddove una determinata azione (anche terapeutica) può generare diverse reazioni che possono determinare un’evoluzione della situazione che non può essere certamente prevedibile ma che può trovarsi all’interno di un ampio spettro di possibilità.

Spesso in terapia mi è stato chiesto: “ma le persone cambiano?” ed io ho sempre risposto che non credo che le persone cambino, bensì credo che possa cambiare il loro modo di vedere le relazioni e, conseguentemente, di stare in esse. Credo che questo cambiamento possa essere il più importante che possiamo sperimentare e che esso stesso è fonte di grandi trasformazioni nella nostra vita.

Annunci

Informazioni su robertamilzoni

psicologa psicoterapeuta

»

  1. Gaia Ferretti ha detto:

    Buongiorno,
    il discorso vale per cambiare un orientanento sessuale indesiderato?
    Grazie in anticipo.

    • robertamilzoni ha detto:

      Gentile Gaia,
      Rispetto all’orientamento sessuale posso dirle che fa parte della nostra vita e spesso la terapia consiste nel prendere contatto con questa parte di noi ed integrarla nella nostra personalità e nella nostra vita. La terapia non può essere volta a modificare questo aspetto, in quanto oltre che non etico sarebbe un intervento fallimentare. Tante volte il disagio che si può provare dipende dalla difficoltà di accettazione di alcuni aspetti del sé, oltre che dalle pressioni della società.
      In questo senso la psicoterapia può essere d’aiuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...