Knife Stabbed In The Back Stock Image by Naypong - freedigitalphotos.net

Knife Stabbed In The Back Stock Image by Naypong – freedigitalphotos.net

In questo articolo vorrei esprimere alcune riflessioni sul fenomeno della violenza filio – parentale, ovvero la violenza di un figlio verso i genitori, citando alcuni concetti teorici appresi alla scuola Vasco Navarra di Terapia Familiare di Bilbao (Spagna). Procederò ad analizzare il fenomeno da un punto di vista sistemico, al fine di delineare le premesse sulle quali impostare il trattamento delle persone all’interno di un intervento di psicoterapia.

Questo fenomeno è molto sentito in Spagna e anche in Italia, negli ultimi anni, ha preso piede probabilmente a causa della proliferazione di un modello familiare basato su una sorta di dinamica finto democratica in cui i genitori sono stati sempre più esautorati del proprio ruolo di guida e di definizione di regole familiari. Tale cambiamento è favorito da una società nella quale le figure di autorità sono state progressivamente svuotate della propria funzione.

Dal punto di vista sistemico la manifestazione di episodi di violenza di un figlio adolescente verso i propri genitori rappresenta in un primo momento il tentativo di emancipazione e di separazione del figlio da una relazione fortemente fusionale con il genitore. Per questo motivo spesso l’aggressività del figlio è rivolta verso la madre, figura con la quale, solitamente, ha il legame più stretto.

Tendenzialmente la dinamica di aggressività si manifesta nell’ambito di un’escalation simmetrica in cui l’interazione assume toni sempre più accesi finché uno dei due, solitamente il figlio,tenta di sottrarsi dalla situazione andando in un’altra stanza ed il genitore lo insegue impedendo a quest’ultimo di interrompere l’interazione. A quel punto il figlio, nell’impossibilità a sottrarsi, reagisce con la violenza. Alle volte i segni del conflitto si rilevano in occasione delle visite domiciliari, dove si possono ritrovare porte sfondate (tendenzialmente quelle delle camere da letto) e questa immagine, a mio avviso, rappresenta una chiara metafora della dinamica relazionale che genera il sintomo di disagio familiare.

Dopo i primi episodi di violenza, agiti nel tentativo di ottenere una separazione da una relazione troppo fusionale con il genitore, l’agito aggressivo diviene uno strumento con il quale il figlio esercita il proprio potere nei confronti dei genitori. Questa modificazione genera un peggioramento della situazione, in quanto la violenza viene utilizzata dal figlio per ottenere tutto ciò che vuole all’interno di una situazione in cui non sono più applicabili le regole.

Gli episodi di violenza di un figlio verso i genitori solitamente emergono diverso tempo dopo le prime manifestazioni, in quanto i genitori, per vergogna, tendono a nascondere questo problema. E’ per tale motivo che il fenomeno emerge solo quando la violenza è talmente forte da superare le mura di casa e manifestarsi anche fuori.

Sulla base della mia esperienza, ritengo che l’intervento maggiormente efficace in queste situazioni sia una psicoterapia individuale affiancata a sedute familiari, con l’obiettivo di lavorare da un lato sull’emancipazione del figlio e dall’altro sul favorire dinamiche familiari maggiormente funzionali.

Laddove il figlio appare triangolato in un conflitto di coppia inespresso appare inoltre utile prevedere sedute con la coppia genitoriale, con l’obiettivo di lavorare sulle dinamiche di coppia che rendono possibile la manifestazione di episodi di violenza da parte del figlio.

 

Annunci

Informazioni su robertamilzoni

psicologa psicoterapeuta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...